Olio di palma sostenibile

Le palme da olio sono coltivate sia su larga scala che su piccola scala in aziende a conduzione familiare. La sfida legata alla loro coltivazione sostenibile è duplice: ottenere le rese più elevate con il minore impatto possibile sulla natura. L’aumento della popolazione e della prosperità in paesi come Cina e India sono alla base della continua e forte crescita della domanda di olio di palma. È previsto un aumento della produzione di olio di palma entro il 2020, che potrebbe arrivare a raggiungere 68 milioni di tonnellate a livello mondiale. In molti paesi produttori di olio di palma, il commercio di questo prodotto potrebbe contribuire in modo significativo alla crescita economica e alla riduzione del livello di povertà.

Obiettivi a lungo termine

Grazie all’incremento a livello mondiale nella domanda di questo olio, le aree dedicate alla coltivazione della palma da olio si sono espanse rapidamente. La sfida sta nell’assicurare a questa espansione la giusta sostenibilità basata sul rispetto della natura e delle persone in paesi che ospitano alcune delle regioni con il più elevato livello di biodiversità del pianeta. La deforestazione e la riduzione delle riserve di carbonio (aree in cui sono accumulate grandi quantità di carbonio) sono problematiche molto importanti. Se non gestita in modo adeguato, la produzione di olio di palma su larga scala può influenzare in modo negativo aree di grande valore naturale, provocando violazioni dei diritti della terra da parte della popolazione locale e un uso eccessivo dei pesticidi.